Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

lunedì 30 giugno 2014

compensazione.

Comunque devo dire che la cosa più difficile, almeno per me, dell'adolescenza è quell'atteggiamento altalenante che hanno i figli grandi a causa del quale, un giorno sono teneri agnellini, il giorno dopo feroci tigri furibonde.
Sembra di camminare sulle uova....
Se li becchi in buona, si parla tranquillamente e il tuo ego di mamma è soddisfatto della loro attenzione, se li becchi furiosi ti stracciano in mille pezzettini...anche se gli chiedi " cosa ti va di mangiare...."
Da questo punto di vista, avere in casa anche bimbi piccolini, teneri e paffutelli e , soprattutto mammaadoranti, salva molto l'autostima....almeno finchè l'adorazione non si sposta tutta sul papà.
Del resto si sa, più gli adolescenti sono legati ai genitori, più il distacco  costa.
E allora testa bassa, cuore in alto, sorriso sul volto  e ...baci ai piccoli.

Nessun commento:

Posta un commento