Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

lunedì 29 settembre 2014

Interpretare.

Toc toc.
"Chi è?"
"Ciugo, sono mamma"
Ruggito dietro la porta, che vuol dire "sono le 23 e tu sei ancora in giro, mamma?", ma che suona come :"dimmi!"
"Amore" voce smielata materna che sa che sta rompendo ad un adolescente :
"Quando vai a dormire , mi controlli Lui?"
Visto che hanno le camere vicine e il Ciugo è l'ultimo che va a letto, lo sfrutto.
"Ma DAI, sul serio?"
Che potrebbe sembrare un "Non ci penso neanche", invece è un "Lo faccio sempre"
"Scusa, lo controlli tutte le sere?!?!?!"
"Si mamma, sempre."
Che significa, lo amo quanto te, non devi ricordarmi di controllarlo.
" Grazie Amore, buona notte. Non te lo ricorderò più."
"..."
che vuol dire, notte mamma, vai, e grazie per la fiducia...futura.

Ci vorrebbe un vocabolario adolescentese-mammese.
Che dite, lo facciamo?

A proposito: grazie Ciugo.
Che vuol dire: " grazie Amore per il bene immenso che vuoi ai tuoi fratelli e per come glielo dimostri, Ti voglio bene e ti stimo."

sabato 27 settembre 2014

Per gli Amici dell'Estero

Per tutti gli Amici che mi scrivono dall'estero: ricevo i vostri commenti solo nella posta, ma non compaiono nel blog.
Ignoro il motivo di ciò, ma vi leggo e vi ringrazio!

uffa

"Lei , hai i compiti?"
"Si."
"Falli, allora, dai."
"No, dopo, ora vado a giocare."
"Lei!"
"NOnonono"
Ok, ho pensato, qui c'è una lezione da imparare. E non ho più detto nulla.
Per inciso, doveva leggere delle letterine.
Chiaramente, la mattina andando a scuola la sua coscienza si è risvegliata ed è salita l'ansia, ha cercato blandamente di rimediare, ma senza troppo impegno.
Tornando a casa, il pomeriggio:
"Lei, come è andata con i compiti?"
" Ho sparato a caso ed ho preso 10 e lode."

Oh mamma.
Lezione rimandata, direi.

Don Alvaro

http://www.opusdei.it/it-it/section/mons-alvaro-del-portillo/

E oggi Don Alvaro diventa beato.
Per me è stato una grande figura di riferimento, un modello da imitare, con la sua dolcezza, la sua disponibilità , il suo sorriso...
Oggi la Chiesa dichiara apertamente che lo considera un pre-santo!
Un consiglio: approfittatene, chiedetegli grazie e vi sommergerà di regali.


Invidio un bel pochino chi sarà oggi a Madrid!

mercoledì 24 settembre 2014

pubblicità

ve lo consiglio, in libreria...c'è già anche il secondo, Nautilus!
Bellissimo!
E c'è lo zampino di una mia sorella... ;)






lunedì 22 settembre 2014

Una preghiera per lui. Ma più preghiere per i responsabili.

Sono inorridita da questa storia del bimbo prematuro che verrà lascito morire.
Non voglio dare giudizi sul comportamento dei genitori, ne ho già sentite troppe. E non sarei delicata.
Certo, il comitato etico che ha dato l'assenso dovrebbe invece togliere il termine "etico" dal proprio nome.
Comunque.
Questa è una deriva dell'aborto,  bisogna saperlo.
Un bimbo nato a 24 settimane di gestazione....in alcuni paesi è ancora concesso abortirli.
Figuriamoci.
In più forse cerebroleso.
Sai che qualità della vita...certo, forse darlo in adozione a genitori in grado di occuparsene lo avrebbe reso un bambino amato e felice, forse pure felicissimo.
Ma no. Togliamogli l'ossigeno e via.
Una domanda:
Ma voi avete mai visto una persona ( una persona, sì, una persona!) morire per carenza di ossigeno?
No?
Io invece sono pneumologa e so cosa succede.
Che Dio li perdoni.

Proviamoci.

Lei, all'inizio della seconda settimana di scuola.
"Mamma, possiamo fare che ci vado un giorno si ed uno no? Mi sembrerebbe giusto! Uno di lavoro ed uno di vacanza, uno di lavoro ed uno di vacanza."
"No Amore, non si può."
"AH. Allora come si fa?"
"cinque giorni di scuola e due di vacanza."
"Ah. Mamma...mi sa che oggi ho la febbre, per cui comunque sto a casa..."
Aiuto, iniziamo bene.

PS; tranquilli, sta benone ed è a scuola.

sempre di corsa.

Ci sono, ci sono!
Solo che, come tutti i settembre ultimi scorsi, stiamo facendo i vari bilanci di salute.
In più abbiamo diversi parenti acciaccatelli a cui pensare...
Però ci sono!
Pregate che vada tutto bene, per favore, intanto vi racconto qualcosina.
Grazie!!!

mercoledì 17 settembre 2014

Lettera a mio Padre

Caro Papà,
lo so che non siamo ancora arrivati all'anniversario , però ormai siamo vicini ai giorni in cui hai iniziato a farci capire che qualcosa non andava.
Sorridi...lo so, sapevi da tempo che il Cielo si avvicinava, l'ho capito anche io , adesso.
Ma tu eri sempre stato così forte...
Quanto dolore hai sopportato, Papà?
Sempre sorridente.
Mai un no, non posso, non riesco, non ce la faccio, neanche quando faticavi così tanto...
Caro Papà
mi manchi molto, sai?
E non solo a me, a tutti.
Manca il tuo sguardo, il tuo sorriso, la tua voce.
Manca la tua forza, la tua sicurezza, la tua certezza nella riuscita, sempre, di ogni progetto.
Caro Papà,
sono contenta di avere dei fratelli.
In loro rivedo spesso i tuoi modi di fare, i tuoi gesti...a volte anche i tuoi vestiti!
Caro Papà,
sono stata al mare con i miei figli, lì dove tu sei cresciuto, dove avresti sempre voluto portarci.
C'era anche Mamma , con noi.
Ho visto spesso il suo sguardo sperso e le sue lacrime improvvise, quando diceva:
"Come se la sarebbe goduta questa vacanza Papà!"
ma tu c'eri, Papà, tu c'eri.
perchè Papà, tu ci sei sempre.

Caro Papà,
ti voglio bene.
Caro Papà
Aiutami ad essere come volevi che fossi.
E andrò bene.

Caro Papà,
Un bacio.
Tua Anna.

Ops!

"ehi, voi! Smettetela di tirare le pigne! Potreste colpire in testa qualcuno di mia conoscenza! Cioè IO!"
Poi:
"Mamma! ME gliel'ho detto di smetterla!"
Amore mio, mi sa che ora che cominnci la primaria avremo qualche problemino con i pronomi personali....

sabato 6 settembre 2014

da raccontare con orgoglio.

E mentre in spiaggia chiaccheravo tranquilla con una mamma di uno stupendo  bimbo di 17 mesi, Lei mi si avvicina con aria furbetta e mi sussurra qualcosa di indefinito nell'orecchio.
Io, pur non avendo capito nulla, acconsento sorridendo.
Grosso errore,  grosso errore, ormai dovrei saperlo che nel dubbio meglio proibire...
Infatti Lei , certa del mio consenso al racconto,  con un grande sorriso dice all'interdetta mammina:"sai, io sono stata operata alla testa , perché il mio cervello era così grande che non ci stava tutto!"
La signora impallidisce, mi guarda e sorridicchia.
E io "emh, si, vero"
E la signora: "pensavo che scherzasse intendendo dire che è troppo intelligente. .."
E Lei intanto continuava "e poi dormivo sempre sul divano in posizioni strane per non avere mal di testa..."
A quel punto l'ho bloccata mandandola a giocare perché la mammina riprendesse fiato...e devo dire che la signora è stata all'altezza della situazione,  perché mi ha guardata e, certa di quello che vedeva, mi ha detto :"ma adesso tutto a posto, no?"
E proprio vero, Lei mostra le ferite come un eroe di guerra!
E gli altri svengono.

treno.

Poiché quest'anno le vacanze al mare  ce le siamo concesse anche noi, ed addirittura nel Salento,  io e  i 4 sotto i 14 anni abbiamo viaggiato in treno, nella speranza di alleggerire le fatiche degli spostamenti, complice il fatto che i bimbi, sul treno erano gratis.
Tutto benissimo , abbiamo disegnato, guardato cartoni sul tablet, smangiucchiato...la prima ora, poi la situazione si è un pochino complicata.
Quando stavamo arrivando, finalmente,  i signori vicino a noi sono scesi, dicendo:"ciao Lei, ciao L'altra..."
E L'altra, "come, conoscete i nostri nomi?""certo, sono 5 ore che ci fate una testa così con lei, mamma, l'altra,  mamma, ehi, lei, dai l'altra!"
E , ridendo, hanno buttato le valigie giù dal treno e sono scappati, mentre io mormoravo un : "grazie per la pazienza. .."
Scommetto che il rientro quei  santi lo faranno  in aereo.