Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

venerdì 29 maggio 2015

io ziaaaaaaaaaaa

E sono diventata zia.
Certo, di nipoti ne ho a bizzeffe, per cui potrebbe non sembrare una  grande novità.
Ma questo l'ho visto nascere.

Per cui: BENVENUTO CUCCIOLINO!

E' chiaro che sarò la tua zia preferita....sorelle, datevi pace ed arrendetevi all'evidenza.

Un bacio a mio fratello e mia cognata che mi hanno regalato questa emozione indescrivibile.

E grazie anche al mio essere medico che , per questa volta, mi ha donato la gioia della Vita che nasce.

venerdì 22 maggio 2015

#simpleinterview

E se poi io fossi la prima a fermarmi alle apparenze?
O a pensare che lo facciano gli altri?
Lui parla , ma solo a modo suo.
Noi di casa lo capiamo perfettamente, così come lo capisce chi lo conosce bene.

ma gli altri? quelli che magari lo vedono per la prima volta, o lo incontrano per caso?

Pensano che sia stupido?
O che sia un poverino con dei problemi?

Non sanno che mondo ha dentro, non lo vedono giocare a nascondino, saltare sui divani, litigare per un gioco, scavalcare la finestra del salotto per andare in giardino  se la porta di casa è chiusa ( quello non voglio vederlo mai più neanche io, in verità).
Non sanno che mondo meraviglioso di amore, sorrisi, urla, giochi, pianti,  ha dentro e intorno.

Ma io...io, quando vedo persone diverse da me, vado oltre alle apparenze o mi fermo prima come fanno, o penso facciano, gli altri con Lui?

Pensavo di essere diventata  grande, ma dietro ad ognuno di noi c'è un mondo immenso.
Vorrei avere gli occhi giusti per scoprirlo e permettere a tutti di fare altrettanto.

Ecco perché vi posto questo filmato.
Perché ora l'ho capito.


Nel senso che vorrei postarvelo vediamo se riesco.
Altrimenti , cercate su YouTube, " The simple interview."


#simpleinterview

Cose serie.

In macchina, Lui, io e L'Altra.
Silenzio assoluto.
Io: " L'Altra che fai? perché taci?"
"Penso alla mia vita."
"Eh?"
"penso alla mia vita!"

Giusto, dopo tutto a 10 anni bisogna pensare seriamente al futuro.
Brava cucciola mia.

Lo farò anche io.

lunedì 18 maggio 2015

Per farmi conoscere!


Aderisco all'iniziativa del blog http://firmatocarla.blogspot.it/, per raccontarvi un pochino  di me...tanto per cambiare! Lo so, lo so, ormai sapete tutto. Ma non si sa mai.
e ringrazio Carla, chiaramente, che ho conosciuto tramite la Famiglia Parolin!

Domande:
1. Da quanto tempo hai aperto il tuo blog? Quanti anni avevi?
Uhhh, subito sul personale! direi  da un po' più di un paio d'anni, quindi sui 43.
2. Quali ritieni siano i punti salienti del tuo spazio virtuale, quali quelli di forza e quali quelli deboli?
Beh, forse la grafica è sempre quella. Punti di forza? che vivo quello che scrivo.
3. Quale è il momento in cui ti siedi e scrivi i post? Sei organizzata/o o lasci che sia il tempo a decidere per te?
No, aspetto decisamente le occasioni giuste; la cosa da raccontare, un pensiero che mi frulla da un po' e prende forma, una necessità di dire....
4. Linka il post che hai scritto e ritieni più bello in assoluto e spiega il perché.  http://ciughini.blogspot.it/2014/11/ascoltami.html forse perché spiega bene domande e risposte
http://www.ciughini.blogspot.it/2013/08/laborto-terapeutico.html forse perché può aiutare ad avere una visione diversa della realtà dei fatti.
5. Quali sono i tratti che tu e il tuo blog avete in comune?
Siamo semplici ma sicuramente sinceri. E ci divertiamo, ma amiamo anche le cose serie. Mi piacerebbe dire che ci sembra giusto portare speranza, soprattutto perché la fondiamo sulla vita reale.
6. Un post che hai scritto in un momento buio e tempestoso, di quelli che scrivi per non pensare o per sfogarti.
http://ciughini.blogspot.it/2014/06/libretto-di-istruzioni.html per tutte le sciocchezze che si leggono sulla sindrome...
7. Quanto di te riesci/sei disposta/o a mettere nei tuoi post? Il tuo è un blog di informazione, di tutorial, di divulgazione... e questo ti influenza?
Domanda difficile.
Il mio blog è nato per amore, per spiegare cosa sia una famiglia numerosa e cosa comporta la sindrome di Down per noi. Abbiamo poi incontrato tanti altri  " inciampi" da quando lo scrivo...ma siamo rimasti noi. Sono io ad influenzare il blog, mi sa, non viceversa. Anche se a volte ho l'impressione che mi regali ottimismo, soprattutto grazie ai commenti.
8. Quanto tempo impieghi per stendere un  post (comprese foto e link vari)? su... dì la verità!
Da  cinque minuti a dei giorni...dipende dalla serietà dell'argomento. Spesso mi fermo a pensare a come spiegare quello che voglio dire senza essere fraintesa.
9. Cosa pensano del tuo blog le persone che vivono con te (inteso come genitori, figli, compagni, mariti....)?
Ridono e piangono, a seconda!
10. Cosa vorresti riuscire a dire nel tuo blog, anche se esula completamente dal contenuto originario che hai scelto?
Coraggiooooooooo... ma sono monotona, lo ripeto sempre...

Ecco.
Ora giro a chi vuole, così come ha fatto Carla, questo premio, da fare con le stesse domande a cui ho risposto io. Certo, i blog che seguo sono caldamente invitati a farlo, per cui...forza!

sabato 16 maggio 2015

ciao zio G.

Ed abbiamo salutato anche lo zio G. che ha raggiunto sua moglie,  la zia che è già in Cielo di cui vi ho  parlato.
Sono stati separati poco più di un mese...
Il prossimo anniversario di matrimonio festeggeranno, di nuovo insieme,  i 60 anni.
Un rapporto bellissimo  il loro, basato sul rispetto e sulla stima reciproca.
Li ho sempre visti trattarsi con estrema delicatezza,  come se l'altro fosse qualcosa di estremamente prezioso,  di unico.
Adesso chissà quanto sono felici,  di nuovo insieme,  belli, giovani, senza gli acciacchi dell'età che li ha fatti così soffrire.
Ciao zii, ci mancate.....e ora pregate per noi!

venerdì 8 maggio 2015

Ed è la festa sua.

8 MAGGIO

 
MADONNA DI POMPEI

 
SUPPLICA ALLA MADONNA DI POMPEI

(da recitarsi l'8 maggio e la prima domenica di ottobre a mezzogiorno)

I. - O Augusta Regina delle vittorie, o Vergine sovrana del Paradiso, al cui nome potente si rallegrano i cieli e tremano per terrore gli abissi, o Regina gloriosa del Santissimo Rosario, noi tutti, avventurati figli vostri, che la bontà vostra ha prescelti in questo secolo ad innalzarvi un Tempio in Pompei, qui prostrati ai vostri piedi, in questo giorno solennissimo della festa dei novelli vostri trionfi sulla terra degl'idoli e dei demoni, effondiamo con lacrime gli affetti del nostro cuore, e con la confidenza di figli vi esponiamo le nostre miserie.
Deh! da quel trono di clemenza ove sedete Regina, volgete, o Maria, lo sguardo vostro pietoso verso di noi, su tutte le nostre famiglie, sull'Italia, sull'Europa, su tutta la Chiesa; e vi prenda compassione degli affanni in cui volgiamo e dei travagli che ne amareggiano la vita. Vedete, o Madre, quanti pericoli nell'anima e nel corpo ne circondano: quante calamità e afflizioni ne costringono! O Madre, trattenete il braccio della giustizia del vostro Figliuolo sdegnato e vincete colla clemenza il cuore dei peccatori: sono pur nostri fratelli e figli vostri, che costarono sangue al dolce Gesù, e trafitture di coltello al vostro sensibilissimo Cuore. Oggi mostratevi a tutti, qual siete, Regina di pace e di perdono.
Ave, o Maria...
II. - È vero, è vero che noi per primi, benché vostri figliuoli, coi peccati torniamo a crocifiggere in cuor nostro Gesù, e trafiggiamo novellamente il vostro Cuore. Sì, lo confessiamo, siamo meritevoli dei più aspri flagelli. Ma Voi ricordatevi che sulla vetta del Golgota raccoglieste le ultime stille di quel sangue divino e l'ultimo testamento del Redentore moribondo. E quel testamento di un Dio, suggellato col sangue di un Uomo-Dio, vi dichiarava Madre nostra, Madre dei peccatori. Voi, dunque, come nostra Madre, siete la nostra Avvocata, la nostra Speranza. E noi gementi stendiamo a Voi le mani supplichevoli, gridando: Misericordia!
Pietà vi prenda, o Madre buona, pietà di noi, delle anime nostre, delle nostre famiglie, dei nostri parenti, dei nostri amici, dei nostri fratelli estinti, e soprattutto dei nostri nemici, e di tanti che si dicono cristiani, e pur dilacerano il Cuore amabile del vostro Figliuolo. Pietà, deh! pietà oggi imploriamo per le nazioni traviate, per tutta l'Europa, per tutto il mondo, che torni pentito al cuor vostro. Misericordia per tutti, o Madre di Misericordia.
Ave, o Maria...
III. - Che vi costa, o Maria, l'esaudirci? Che vi costa il salvarci? Non ha Gesù riposto nelle vostre mani tutti i tesori delle sue grazie e delle sue misericordie? Voi sedete coronata Regina alla destra del vostro Figliuolo, circondata di gloria immortale su tutti i cori degli Angeli. Voi distendete il vostro dominio per quanto son distesi i cieli, e a Voi la terra e le creature tutte che in essa abitano sono soggette. Il vostro dominio si estende fino all'inferno, e Voi sola ci strappate dalle mani di Satana, o Maria.
Voi siete l'Onnipotente per grazia. Voi dunque potete salvarci. Che se dite di non volerci aiutare, perché figli ingrati ed immeritevoli della vostra protezione, diteci almeno a chi altri mai dobbiamo ricorrere per essere liberati da tanti flagelli.
Ah, no! Il vostro Cuore di Madre non patirà di veder noi, vostri figli, perduti. Il Bambino che noi vediamo sulle vostre ginocchia, e la mistica corona che miriamo nella vostra mano, c'ispirano fiducia che noi saremo esauditi. E noi confidiamo pienamente in Voi, ci gettiamo ai vostri piedi, ci abbandoniamo come deboli figli tra le braccia della più tenera fra le madri, ed oggi stesso, sì, oggi da Voi aspettiamo le sospirate grazie.
Ave, o Maria...
Chiediamo la benedizione a Maria.
Un'ultima grazia noi ora vi chiediamo, o Regina, che non potete negarci in questo giorno solennissimo. Concedete a tutti noi l'amore vostro costante, e in modo speciale la vostra materna benedizione. No, non ci leveremo dai vostri piedi, non ci staccheremo dalle vostre ginocchia, finché non ci avrete benedetti.
Benedite, o Maria, in questo momento, il Sommo Pontefice. Ai prischi allori della vostra Corona, agli antichi trionfi del vostro Rosario, onde siete chiamata Regina delle vittorie, deh! aggiungete ancor questo, o Madre: concedete il trionfo alla Religione e la pace alla umana società.
Benedite il nostro Vescovo, i Sacerdoti e particolarmente tutti coloro che zelano l'onore del vostro Santuario.
Benedite infine tutti gli Associati al vostro novello Tempio di Pompei, e quanti coltivano e promuovono la divozione al vostro Santo Rosario.
O Rosario benedetto di Maria; Catena dolce che ci rannodi a Dio; Vincolo di amore che ci unisci agli Angeli; Torre di salvezza negli assalti d'inferno; Porto sicuro nel comune naufragio, noi non ti lasceremo mai più. Tu ci sarai conforto nell'ora di agonia; a te l'ultimo bacio della vita che si spegne. E l'ultimo accento delle smorte labbra sarà il nome vostro soave, Regina del Rosario della Valle di Pompei, o Madre nostra cara, o unico Rifugio dei peccatori, o sovrana Consolatrice dei mesti. Siate ovunque benedetta, oggi e sempre, in terra e in cielo. Così sia.
Salve Regina...
(vero testo della Supplica scritta dal beato Bartolo Longo)
 

Auguri a noi!

Ventidue anni di Matrimonio.
Potevo scriverlo in numero, ma in lettere rende di più.
WOW.
Ancora mi sopporta.

Mi sono anche fatta regalare un bellissimo anello di bigiotteria ( 11 euro) che ho scelto con mia cognata.
Mhhh, quando l'ha scoperto ( stamattina gli ho dato la scatolina e me la sono fatta ridare fingendomi pure sorpresa) è rimasto stupito, ed  ha detto:
"Mai avrei pensato ti piacesse una roba così"
Meno male che ho fatto tutto da sola.
;)

PS: ancora a lui non ho preso nulla, ma prometto lo farò prima della cenetta.
E non sarà un anello.

Ancora A.

Maritino:
"No, si perchè poi questo può andar male, quest'altro pure...."
A:
 " Bene, e dopo questa botta d'ottimismo, iniziamo la giornata...."

Mitica A.

Occhio

E: "L'Altra stai ferma! Mamma tu non la educhi abbastanza questa bambina!
Dovresti fare così, colà, di su, di giù..."
A, serafica e con un sorrisino che già avrebbe dovuto metterci sul chi va là:
"E, lo sai vero che fine ha fatto il grillo parlante?"

Ah, 'sti figli....

lunedì 4 maggio 2015

Maria , mamma del Cielo.

E' iniziato il mese Mariano.
"Cuore dolcissimo di Maria, preparaci un cammino sicuro"
come ogni Mamma vorrebbe poter fare per i suoi figli.
Tu puoi arrivare dove noi non possiamo.
Noi ci fidiamo di Te, guidaci Tu!

Scampata.

"Mamma, basta, ho deciso. Voglio cambiare famiglia, per cui vendimi."
"Ehh? ma sei impazzita? Sei mia, non potrei rinunciare a te mai e poi mai!"
"Ok, ma io vorrei provare un'altra mamma per vedere se la trovo più buona"
Si, nel senso che ti lasci fare solo quello che vuoi tu? non credo, comunque ho detto:
"Vendimi tu, allora. "
Si , ma io scherzavo. Invece:
"Ok! buona idea, e con quello che guadagno mi compro un'altra mamma. "
"Ah. Ma secondo te chi mi comprerebbe, scusa?"
"Già. Devo pensarci. Ahhh...torno subito"
"A, compreresti la mamma?"
"Lei, dipende, per quanto?"
"non so, che dici , 5 euro sono troppi?"
"bah, la mamma è già mia. Comunque per 5 euro si può fare."

Ggrazie, l'importante è non spendere troppo. Speravo di valerne almeno 10...Almeno non ha trattato.

"Mamma, ho deciso, domenica ti vendo. Per cinque euro."
"Perchè domenica? oggi è martedì"
"Perchè voglio pensarci un pochino e trovare un'altra mamma"
"Ah. Ok."

E non ho più detto nulla.

"Mamma, se non ti vendo, mi lasci fare quello che voglio?"
"No, sono una mamma, e le mamme educano. Anche quella nuova lo farà"
"Ma potrò venire a trovarvi, no?"
"Certo, sarai mia figlia per sempre e mi mancherai molto."

" E se sentrò anche io troppo la tua mancanza?"
"Torna da me , ne sarò felice"

Insomma, alla fine sono stata risparmiata :
"Mamma ho deciso. Ti tengo. Tanto chiunque mi vorrebbe educare e tu poi mi piaci . Dico ai fratelli che non voglio più i 5 euro."
" Ne sono felicissima, grazie amore."
"Beh, anche io. Posso dormire con te stanotte?"
"No. "
"ma dai mammaaaaaa".