Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

lunedì 13 maggio 2013

Latte di mamma.

Vorrei scrivere un post sull'allattamento.
Un post di incoraggiamento, di fiducia, di gioia.
Perchè allattare , almeno all'inizio, è spesso difficile, complicato, anche un po' doloroso.
Spesso, poi, i pediatri , le nonne, le amiche, consigliano di passare all'artiìficiale. Più sicuro, più comodo, più facile....secondo loro.
E la povera madre  rimane confusa e spiazzata.
E invece io voglio incoraggiare.
Le donne allattano da quando partoriscono.
Allattare è un gesto d'amore , un gesto di vita.
96% delle donne è in grado di allattare.
E' vero,  la partenza può essere difficoltosa, ma con pazienza, ce la si fa; quella che dà l'allattamento a madre-figlio è prezioso, sia dal punto di vista del legame , che di quello della salute.
Non esiste latte buono o cattivo, se la madre lo produce, è il latte giusto.
Ma non voglio scrivere un articolo scientifico, ma solo di incoraggiamento....quindi non mi dilungherò sul fatto che con il latte si passino anticorpi, cellule staminali, nutrienti...nonono.....
Io poi sono la prima a suggerire di non allattare se questo crea disagio o difficoltà gravi alla mamma, perchè una madre serena è più importante del latte; ma se le difficoltà sono solo "tecniche", resistete, vedrete che bellezza!
Un bimbo che ti guarda mentre lo allatti, ti passa tutto l'amore del mondo.

Ora, Lui, da piccolino, mi guardava fisso negli occhi, tanto che io non potevo fare assolutamente nient'altro che ricambiare lo sguardo e questo OGNI VOLTA CHE LO ALLATTAVO ( anche 8 volte al giorno). 20 minuti, 30 anche, ogni volta di contatto ininterrotto. ormai ci conoscevamo a memoria ogni tratto del viso....
Ma con quello che mi era costato avviare il suo allattamento ( rifiutava il seno, per i primi 21 giorni mi sono tirata il latte ogni 3 ore! per darglielo con il bibe), ogni singolo istante di ciucciamento naturale era , ed adesso è ancora, una favola.
Cosa non si fa per questi figli!

5 commenti:

  1. Bellooooo!!! Grande Anna! Concordo con tutto quello che hai scritto, sottolineando il RESISTETE! Ho sentito spesso quanto sia semplice allattare...beh, confermo che per tantissime donne all'inizio è molto ma molto difficile e allora bisogna coprirsi le orecchie e non ascoltare le innumerevoli persone che dicono di passare al latte artificiale ma, al contrario, farsi aiutare a risolvere il problema che si è creato al seno. Io mi sono tirata il latte per tre mesi ( la mia bimba era gravemente prematura) prima di riuscire ad attaccarla al seno ma credo che sia stato una delle emozioni (e soddisfazioni) più grandi che io abbia mai provato. E fra due mesi....si ricomincia!!;-)

    RispondiElimina
  2. brava! e sottoscrivo. allattare è una cosa meravigliosa. talvolta la cosa più difficile è trovare sostegno...quindi grazie annalisa per l'incoraggiamento per tutte le mamme!

    RispondiElimina
  3. Fantastico, l'allattamento penso sia una delle esperienze più belle e soddisfacienti della mia vita (io ne ho anche un pò approfittato allattando fino a 2 anni e mezzo ;-))). Come hai detto oltre ad essere utile dal punto di vista proprio fisico per il bambino è un legame meraviglioso, per me era il NOSTRO momento era la nostra fusione, non vedo l'ora di riprovarlo!!!
    Vale

    RispondiElimina
  4. L'allattamento è un momento intimo in cui mamma e figlio si toccano, si cercano e si odorano. In quel periodo il legame imprescindibile che c'è da sempre si rafforza. A volte, può essere dura per la madre che allatta e quindi il suo atto d'amore è ancora più grande. Ti abbraccio Annalisa

    RispondiElimina
  5. Ragazze, che squadra! potremmo fondare un gruppo: "mamme per il latte!"

    RispondiElimina