Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

mercoledì 19 marzo 2014

#WDSD2014 #DearFutureMom #losguardodeglialtri

Mi aggrego all'iniziativa di http://www.mammafattacosi.com/2014/03/giu-il-muro-losguardodeglialtri.html#more, per parlare degli sguardi che mi sento sulla pelle  quando si parla di mio figlio Lui.
In realtà vorrei far partire il discorso da un po' più lontano, da quando ero io che "sguardavo" gli altri.
Come sapete sono un medico, e di bimbi disabili ne ho visitati alcuni.
Come era allora il mio sguardo, prima di avere Lui?
Di imbarazzo.
Di compassione.
Di paura, soprattutto, di non essere all'altezza di trattare con persone speciali, di sbagliare qualcosa. Di ammirazione pe le madri-coraggio, sempre sorridenti e tenaci.
Ma uno sguardo che ho dato, me lo ricordo più di altri.
Venne alla scuola delle mie figlie una madre di bimba con sdD, per iscriverla in classe con una delle mie.
Voleva essere sicura che la ragazzina fosse ben accetta da tutti, quindi , prima di iscriverla, chiese alla Preside di capire il clima della classe.
Una persona si oppose all'accoglienza, dicendo che " avrebbe abbassato il livello della classe".
Ora che conosco, so che questa è una solenne panzana, perchè studi dimostrano che un bimbo speciale aumenta il livello di attenzione ed unisce la classe meglio di un barattolo di colla....
Comunque la Madre mi chiese cosa pensassi di avere la sua bimba con sindrome  con la mia.
Ed io risposi: " E' tua figlia, ma potrebbe essere la mia".
Forse l'Angelo di Lui mi ha sentita ed ha capito che il mio sguardo stava diventando " giusto".
Così ha sollecitato Dio, e sua figlia è diventata il mio.
E quindi il cambiamento.
Ora gli sguardi nuovi li subisco anche io.
Leggo a pelle, ormai, il loro significato.
"Egoista, avevi già sei figli. Perchè lo hai tenuto?"
"Ma tu sei matta"
"Lo sapevi? Ed allora?"
"questo è il bimbo che ti consigliavo di abortire?UHHHH devo andare."
"E sei anche un medico" che è quello che mi fa arrabbiare di più. Si , sono un medico, ma meno ignorante, almeno in materia, di tanti altri ;).
Ma anche:
"Bello che è!"
"Brava, che coraggio!"
"Siete una forza."
"Vi ammiro. VI INVIDIO:"

Che effetto mi fanno gli sguardi?
Dipende.
Forse, avere una famiglia numerosa, quindi essere comunque cotrocorrente, mi aveva vaccinata, almeno un minimo.
Ma posso dire, in tutta sincerità , una cosa.
Gli unici sguardi che veramente mi interessano sono quello di Lui e dei suoi fratelli.
Azzurri o marroni che siano.
E volete sapere la verità?
Sono proprio sguardi meravigliosi.

E poi, Dio, come ci guarderà a noi madri, padri, figli , fratelli speciali?
Da brividi.
Allora, basta, siamo a posto.


#WDSD2014 #DearFutureMom  #losguardodeglialtri

8 commenti:

  1. E' bello il tuo doppio sguardo…
    Lo sguardo di prima e lo sguardo di dopo.
    Lo sguardo che ti senti addosso e lo sguardo che rivolgi alla tua famiglia.
    Mi colpisce molto quello che racconti sulla scuola. I bambini sono spontanei e privi di pregiudizi, ma rimarranno tali solo se hanno dei genitori che li supportano e che rispondono alle loro domande guardandoli dritti negli occhi.
    Grazie per la tua testimonianza e complimenti per la tua super famiglia. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, la Famiglia è la prima responsabile dell'educazione dei figli...se il rispetto e l'accettazione non vengono insegnati in questo ambito , dove l'Amore dovrebbe sgorgare a fiotti, questi ragazzi cosa imparano?
      Grazie per i complimenti ;) e benvenuta.

      Elimina
  2. Che santa pazienza che ci vuole...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho incontrata quella persona che non voleva la bimba in classe, con Lui in passeggino. Lo sguardo lì gliel'ho lanciato io....e lei mi ha sorriso. Forse ha capito.

      Elimina
  3. Annalisa, trovo molto particolare il tuo sguardo, che abbraccia tutto intorno. Hai il privilegio di un punto di vista variegato, come medico, come mamma di 7 figli (!!!! qui io faccio fatica a contenere il pregiudizio per cui devi essere una super mamma...).
    La tua risposta alla mamma, mi ha emozionato, perchè so che, nonostante corazza e spine, una frase così mi farebbe piangere non poco.
    grazie di esserti raccontata, anche se il tuo contributo a far crollare il muro lo dai tutti i giorni ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Barbara, pe quello che fai. Ti conosco dai tempi in cui nacque Lui e la tua frase, ho scelto il sorriso e la consapevole felicità, mi è rimasta nel cuore.
      E grazie per i pregiudizi ;):

      Elimina
  4. Concedimi di sgranare gli occhi. Ma non per quei 47 cromosomi, no. Per i tuoi 7 figli. Ma è uno sguardo sinceramente ammirato. Sette fortunati, mi viene da dire...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sgrana, sgrana....oa vengo a conoscerti!

      Elimina