Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

lunedì 3 marzo 2014

Auguriiiiii

Auguri a Lui.
oggi compie 2 anni.
Ed io mi commuovo come una bambina.

Ripenso a quel gioro.
Un buon parto, un bimbo vitale e paffutello.
La nostra domanda: " Ha la sindrome?"
La risposta dell'ostetrica: "Perchè lo chiedete?"
"Per il bitest. 1 su 6."
"Guardateci voi."

I nostri sguardi che si incrociano, mio marito che sorride e dice " Così sembrerebbe."
In 10 minuti la conferma del Pediatra, che poi sparirà, cambiato di turno.

E l'arrivo di una nuova pediatra, meravigliosa.
E così abbiamo iniziato questa avventura.

Ricordo i pianti, la paura dell'ignoto, le facce di chi lo scopriva.

Ed ora sorrido con tenerezza: se allora avessi saputo quello che so ora....

Siamo qui.
Guardatelo.
Ah, già non potete ;) prometto foto.

Comunque fidatevi. E' una meraviglia.
E come dice Fe: io non lo cambierei per nulla al mondo.

Percè Lui è Lui, perchè Lui è mio, perchè Lui è nostro.
La sindrome? Ah già!
E che importa?

2 commenti:

  1. Auguri! Un milione di auguri! Anche ate che sei una mamma "speciale". E grazie perchè noi mamme "speciali" sappiamo cosa c'è dentro le parole del tuo racconto di quei momenti... Hai ragione... se allora avessi saputo quello che so ora... Ma va bene così... perchè noi possiamo aiutare chi si trova a vivere quegli istanti così complicati. Possiamo alimentare la speranza, aiutare a credere nel futuro, allontanare la solitudine...testimoniare la felicità di chi ora riesce a dire, come te, "La sindrome? Ah già! E che importa?"

    RispondiElimina