Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

mercoledì 17 settembre 2014

Lettera a mio Padre

Caro Papà,
lo so che non siamo ancora arrivati all'anniversario , però ormai siamo vicini ai giorni in cui hai iniziato a farci capire che qualcosa non andava.
Sorridi...lo so, sapevi da tempo che il Cielo si avvicinava, l'ho capito anche io , adesso.
Ma tu eri sempre stato così forte...
Quanto dolore hai sopportato, Papà?
Sempre sorridente.
Mai un no, non posso, non riesco, non ce la faccio, neanche quando faticavi così tanto...
Caro Papà
mi manchi molto, sai?
E non solo a me, a tutti.
Manca il tuo sguardo, il tuo sorriso, la tua voce.
Manca la tua forza, la tua sicurezza, la tua certezza nella riuscita, sempre, di ogni progetto.
Caro Papà,
sono contenta di avere dei fratelli.
In loro rivedo spesso i tuoi modi di fare, i tuoi gesti...a volte anche i tuoi vestiti!
Caro Papà,
sono stata al mare con i miei figli, lì dove tu sei cresciuto, dove avresti sempre voluto portarci.
C'era anche Mamma , con noi.
Ho visto spesso il suo sguardo sperso e le sue lacrime improvvise, quando diceva:
"Come se la sarebbe goduta questa vacanza Papà!"
ma tu c'eri, Papà, tu c'eri.
perchè Papà, tu ci sei sempre.

Caro Papà,
ti voglio bene.
Caro Papà
Aiutami ad essere come volevi che fossi.
E andrò bene.

Caro Papà,
Un bacio.
Tua Anna.

1 commento: