Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

mercoledì 10 dicembre 2014

mamma, attenta!

Lei è in prima elementare.
Veramente ormai si chiama scuola primaria, ma rimane sempre il primo anno, quello in cui si imapara a leggere, scrivere e contare, ...più qualcosa di scienze, storia, geografia, geometria, arte, musica, inglese...Insomma, quello in cui si inizia a lavorare sul serio.
Comunque.
Io non sono una mamma che fa i compiti con i figli, i miei pargoletti si arrangiano da soli.
L'unica eccezione è proprio il primo anno ed in caso di richieste d'aiuto o situazioni straordinarie.
Lei , quindi, è soggetta al controllo materno.
Ed io al controllo di Lei.
Infatti, mentre io le sono vicina mentre scrive, la mia piccola pestifera sbaglia apposta per essere sicura che io me ne accorga.
Se sono distratta mi dice:
" Mamma, insomma! Non vedi che ho fatto la T invece della I? Ti sembra bene? Dammi la gomma"
Ed io , mortificata, sorridacchio, passo la gomma ed aspetto che la tortura dei compiti finisca.
Povera me, ripresa in prima  scuola primaria.

Nessun commento:

Posta un commento