Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

mercoledì 18 dicembre 2013

Piangere.

Il dolore per un lutto è difficile da superare.
La vita scorre "normale", poi, improvvisamente  un'idea, un ricordo, un oggetto, ti fa ricordare che lui non c'è più e non ti sembra possibile non poterlo almeno chiamare al cellulare  per salutarlo...
E ti tornano in mente gli ultimi giorni di dolore in ospedale, quando ti accoglieva sempre tranquillo e se gli chiedevi: "Hai male? " faceva spallucce dicendo "Nono"....ma tu sapevi che mentiva....
Piangere è normale, anche se si crede fermamente nella Vita Eterna.
Piangere è umano , perchè la vicinanza fisica con le persone amate riempie i nostri sensi di pace e gioia .
Siamo fatti di corpo e anima, di sensi e senimenti, ...
Come dire, anche l'occhio vuole la sua parte.....è vero.
Del resto anche Gesù ha pianto quando è morto Lazzaro, ed in più lo ha anche resuscitato, secondo me anche per placare Marta e Maria che erano arrabbiate con Lui.
Però il Signore fa le cose fatte bene: quando Lazzaro è morto , la Redenzione non era ancora compiuta e le porte del Cielo non erano aperte....altimenti non credo che avrebbe riportato Lazzaro sulla terra togliendolo dal Paradiso.
Altrimenti sai Lazzaro quane gliene avrebbe dette?
Per questo, Papà , io per te sono felice....ma mi manchi, mi manchi tanto e non ci posso fare niente.

1 commento:

  1. è vero... GRAZIE!
    siete sempre nelle mie preghiere e domani ancor di più!
    un abbraccio Isabelle

    RispondiElimina