Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

giovedì 14 gennaio 2016

piccoli trucchi.

ok, post impegnativo.
Era un pochino che non ne scrivevo, so che stavate in pensiero...
Ma tranquilli, è più  impegnativo per me , che per voi.
Ho deciso di svelare un mio piccolo segreto. Pronti?
Allora: come potete immaginare, io mi  devo relazionare con un gran numero di persone, soprattutto in famiglia.
E l'armonia tra le "mie persone" dipende soprattutto da me , non perché io sia chissà chi, figuriamoci,  ma perché sono semplicemente la mamma.
E quindi ho dovuto escogitare qualche strategia di sopravvivenza perché le cose possano funzionare.
La migliore? Pensare che , dopotutto, se qualcosa non va , posso risolverla come se fosse "colpa" mia.
A prescindere che sicuramente non è sempre così, è chiaro, anzi...quasi mai...
è un modo per cercare le soluzioni senza discutere troppo.
Nè stare a fare le vittime.
O gnolare.
Il marito brontola , è nervoso, si irrita?
Bene, ma io, cosa posso fare io per rimediare? Ascoltarlo di più, coccolarlo di più, farlo sentire più amato.
Il figlio mi urla? Lo ascolto, ci penso e cerco la soluzione.
E' chiaro che questo non significa che io debba avere la responsabilità di tutto quello che succede, no; ma indica che ho la responsabilità di cercare un rimedio , fosse anche ...mettere in punizione un figlio che esagera, per esempio.
Sembra impegnativo? Forse lo è, però, in realtà, è un metodo che , quando si riesce a farlo funzionare,  rende più piacevole la vita in casa. e allora, ne vale la pena, fidatevi.

PS: non sempre riesco eh...ma ci provo.

Nessun commento:

Posta un commento