Google+ Followers

Informazioni personali

La mia foto

Da piccola avevo un sogno, anzi 3 sogni uno dentro l'altro: le 3 M. Questo volevo diventare, questo volevo essere: moglie, madre e medico.
Adesso mi guardo intorno e vedo marito, figli e pazienti e sorrido. Ci sono riuscita.
Ed ho anche un figlio speciale.

mercoledì 19 novembre 2014

un Amore di Scuola

E poi vai alla riunione della sezione primavera di Lui.
Ti siedi ed ascolti.
Quante riunioni hai fatto come questa?
Ma ogni figlio è diverso, per cui rimani concentrata.
E senti parlare di manualità,  gioco simbolico, psicomotricità.
Questi bimbi fanno questo,  altri fanno quello,  alcuni sono autonomi nel mangiare, altri meno....
E cominci a trattenere il fiato.
Non si fanno nomi,  è un incontro per tutti, non personale.
Ma mi accorgo che sono attentissima, più di altre mille volte.
E guardo i disegni appesi, cerco il suo nome.
Il cuore sussulta, eccolo.
Quanto è bravo, il mio Lui.
E il dubbio invece si insinua.
Sarà bravo come gli altri?
Sarà all'altezza delle consegne?
Sarà felice di quello che fa?

Allora, un pochino titubante,  il giorno dopo fermi la sua maestra.
Hai il cuore in gola e lo sguardo sbilenco.
Inutile negarlo, temi il confronto.
Per cui lo abbracci forte.
Altre mamme ti hanno raccontato che i loro figli , in altre scuole, sono esclusi dalle attività,  perché le insegnanti ignorano le loro capacità.
Ma tu hai scelto una scuola che ami e conosci da tanto, stimi le insegnanti e la loro passione.
Allora affondi il viso nella spalla di tuo figlio e chiedi .
Lui...fa le stesse cose degli altri?
E la Maestra ti legge nel cuore, sorride e dice che si, è sempre perfettamente incluso e anzi a volte è più bravo di altri.

Allora sorridi.
Ricacci le lacrime di gioia, che la Maestra legge nei tuoi occhi lucidi, sorridi, sorride, e saluti felice.
Oggi il mondo è bellissimo.

E mentre vai via la Dada ti dice che Lui sta diventando un monello.
Come a casa, si sta svelando.
Allora ridi forte, vuol dire che Lui è sereno, come te.

Oggi il mondo è veramente strabellissimo.

Grazie Scuola.
Grazie Maeste.
Grazie Dade.
Grazie a tutte.
E...
Grazie Signore.




3 commenti:

  1. E' una fortuna trovare delle maestre che sappiano fare il loro lavoro con dedizione e amore

    RispondiElimina
  2. Una fortuna immensa! Se poi sono anche così empatiche...una vittoria su tutta la linea.

    RispondiElimina
  3. :-)
    Oggi il mondo è bellissimo e continuerà ad esserlo

    RispondiElimina